Powered by ProofFactor - Social Proof Notifications

ECCO QUELLO CHE DEVI SAPERE PRIMA DI ANDARE DA UN ANALISTA

ECCO QUELLO CHE DEVI SAPERE PRIMA DI ANDARE DA UN ANALISTA

 counseling-carlo-gervasi

La psicoterapia moderna che potremmo chiamare scientifica è ciò che rimane come studio, di un qualcosa di ben più ampio, che nell’antichità coinvolgeva sia la filosofia che la religione.

Lo “psicologo” di una volta era colui che sapeva di medicina, di astrologia, di filosofia, era colui che trattava la religione intesa come comunione con le forze della natura, era colui che si occupava della vita e della morte ai tempi dei Greci e degli Egizi.

Più tardi questa disciplina è stata presa in prestito dagli alchimisti medievali, che studiavano, il cosmo, il corpo e i metalli. Avevano mantenuto un legame con la religione, molti di loro erano Abati o Vescovi.

Erede moderno di questo patrimonio è stato Jung, studioso della psiche che ha dato risalto ai simboli e ai sogni come porta di accesso a un materiale che oggi con disinvoltura, a volte anche eccessiva chiamiamo: inconscio.

Oggi gli psicoterapeuti non sono più interessati al rapporto fra l’uomo e il cosmo, o fra l’uomo e la conoscenza di sé stesso, non glielo insegnano più purtroppo.

Li buttano lì dopo qualche anno di università ad arrabattarsi a cercare di sbarcare il lunario alla meno peggio, la maggior parte dei laureati in psicologia non esercita a tempo pieno il “mestiere”, fanno altro per portare a casa la pagnotta.

Chi fa l’insegnante, chi fa il dipendente in qualche struttura statale, qualcuno lavora in ospedale, ma di questi tempi tenere aperto uno studio di psicoterapia e camparci non è così facile. Non sono più i tempi di Woody Allen che balbettava le sue frustrazioni all’analista.

Quando incontrerai per la prima volta quello che sarà il tuo futuro ex analista, chiediti almeno quali sono le sue competenze. Non soffermarti solo sulla laurea in psicologia e una manciata di diplomi post laurea appesi tipo trofei di caccia dietro la scrivania.

Perché i tempi sono cambiati e quella potrebbe non essere la persona giusta per te. Non c’è proprio più tempo da perdere!

Guarda il video cliccando QUI per capire cosa intendo!

PERSONALITA’ MULTIPLEcounselin-gervasi

Ti sei mai accorto che dentro di te convivono molti “te” diversi che “abitano” lì dentro e che spesso non vanno d’accordo?

Creano disordine, conflitto, sono come vocine che ti parlano e che non sono mai d’accordo tra loro. Ti fanno credere cose alle quali non vuoi credere, ti fanno sentire in colpa, ti sovrastano con la morale, i pregiudizi, i dubbi, la gelosia…

Te ne sei accorto qualche volta? Questo succede anche dentro di lui, l’analista dico.

Quando ti apre la porta, ti sorride e ti dice “buongiorno”, lui non sa con quale dei vari personaggi che convivono dentro di lui ti sta parlando, e tu non sai con quale dei personaggi che convivono dentro di te gli stai rispondendo.

Non te ne rendi conto. Se non a conti fatti quando dopo la seduta ti risiedi in macchina prima di girare la chiave nel cruscotto e fare la retromarcia, in quel momento quando guardi la tua faccia riflessa nello specchietto retrovisore, è lì che ti chiedi, ma che cosa gli ho raccontato a questo?

Se dentro di te abitano una moltitudine di te stesso che nemmeno tu conosci e che spesso ti fanno fare o dire cose che non avresti fatto (come l’assassino che dopo il delitto viene considerato incapace di intendere e di volere), mi spieghi quale di questi personaggi ha creato il problema che vorresti farti curare dall’analista?

Quando dici IO, sai almeno a chi ti riferisci?

Questo è il vero casino.

Innanzitutto lo psicologo deve stabilire quello che per te è reale e quello che è immaginario. E già questo non è un lavoro da poco.

Secondariamente il professionista, si trova di fronte a un altro grande ostacolo: la menzogna.

E cioè che quando una persona gli sta parlando, spesso la persona in questione, non sa assolutamente nulla su di sé, sulla propria infanzia, sui propri desideri o sui propri bisogni, ma ne parla come se lo sapesse.

Quindi mente senza saperlo.

Per farmi capire meglio ti racconto questo episodio che mi è capitato poco tempo fa.
Stavo lavoravo in studio con una cliente, e a un certo punto, mi interrompe per chiedermi una coperta, le chiedo il motivo vista la temperatura gradevole, lei mi risponde che quando aveva 3 anni ha avuto la polmonite e la mamma le ha dovuto dare antibiotici per molto tempo.

Per questo motivo tutte le volte che prende freddo le viene il raffreddore.

Allora cerca di coprirsi il più possibile per evitare di ammalarsi di nuovo, anche se da allora non ha MAI più avuto la polmonite!

Questa donna ha più di 50 anni, me lo spieghi come fa a ricordarsi che 47 anni prima ha avuto la polmonite?

E’ ovvio che la madre avrà continuato a ripeterglielo negli anni come un mantra finchè per la bambina è diventato realtà.

La signora, ne parla solo perché gli è stato raccontato, non perché se lo ricorda lei come esperienza sua!

E’ stata condizionata dal racconto della mamma protratto nel tempo finchè se ne è convinta e si comporta in quel determinato modo.

“Mettiti addosso qualcosa che a 3 anni hai avuto la polmonite!” facile da immaginare no? Succede tutti i giorni al parco che i bambini vengano sgridati perchè non hanno il cappello, o la sciarpa o la giacca…

Da questo racconto è facile immaginare quante informazioni errate riceviamo crescendo, informazioni che hanno condizionato e continuano a condizionare profondamente le nostre scelte di oggi.

Nel racconto, la signora chiede solo una coperta.gervasi-counseling

Ma tu, da dove hai preso quello che sai sul denaro, sul sesso, sull’educazione o sulla religione, te lo sei mai chiesto?

Se vuoi fare un balzo nell’iper-spazio della conoscenza di te e iniziare a fare luce nella tua storia personale la soluzione c’è, è un corso di counseling mooolto speciale, che in 3 giorni ti farà lavorare su di te come non hai mai fatto prima. http://naturopatafacile.denatura.life/corso-counselingfacile/

Se desideri veramente trasformarti e aiutare le altre persone a fare un reale passo avanti nella loro esistenza non rimanere lì ad ascoltarli impotente.

Questo è l’unico modo che conosco per farti cambiare strada, per far deragliare il treno sul quale ti sei comodamente appisolato e che è lanciato a 1000 kilometri all’ora verso un muro di cemento armato.

Driiiiiiiiiiiiiiin, buongiorno, si accomodi…!!!!
http://naturopatafacile.denatura.life/corso-counselingfacile/

Finalmente saprai a chi ti riferisci quando dici IO.

Ci vediamo al corso
Carlo Gervasi

Comments (0)

Post a Comment

WhatsApp chat