Powered by ProofFactor - Social Proof Notifications

IRIDOLOGIA, NON IRIDOMANZIA!

IRIDOLOGIA, NON IRIDOMANZIA!

 

iridologo Carlo Gervasi

SCOPRI COSA SI VEDE VERAMENTE GUARDANDO L’IRIDE

Correva l’anno 2000 e monsieur Claude varcava la soglia del negozio dove lavoravo come garzone all’inizio della mia attività.

Pioveva forte quella sera e quando ho aperto la porta all’uomo che senza saperlo, mi avrebbe cambiato la vita, in un primo momento non me ne sono neanche reso conto.

La pesante valigia con dentro il suo iridoscopio, il cappello bagnato, il soprabito zuppo, si presenta con una forte stretta di mano e si accomoda come fosse casa sua.

Alto, magro, sui 70 compiuti, forte accento francese, ma con una buona conoscenza della nostra lingua, capisco subito che è colto, intelligente e curioso.

Facciamo quattro parole, mi scruta, mi chiede cosa faccio, gli rispondo che sono uno studente di iridologia, si illumina e iniziamo a chiacchierare.

Mi invita a fargli da assistente nei giorni seguenti, dove scoprirò che un enorme seguito di persone lo aspetta da mesi. Sono circa dieci anni che vede persone in tutta Italia mi dice, la lista di attesa è lunga.

Si fermerà per una settimana, senza sosta.

Inizio a seguirlo e a fare pratica con lui, e condivido da quel momento ogni istante per i prossimi 3 anni.

Calmo, composto e riflessivo, Claude scruta l’iride attraverso il suo iridoscopio come fosse un astrofisico della NASA impegnato nella ricerca di una supernova in movimento nella galassia.

 

iridologo Gervasi

Da quel momento il mio modo di studiare l’iridologia è cambiato.

Allievo diretto di Bernard Jensen, si quel B. Jensen che ha scritto un mucchio di libri e che a noi retrogradi è toccato solo Intestino Libero edito dalla santa Macro Edizioni e che per me rappresentava all’ora l’eroe da poster appeso in cameretta al posto di quello degli Wham.

Claude era reduce della guerra in Algeria dove aveva combattuto per la Marina Militare Francese, e al suo ritorno aveva conosciuto a Marsiglia un colonnello medico dell’esercito russo, iridologo anche lui, che gli aveva parlato di Jensen, il quale teneva regolarmente dei corsi in Svizzera e in Germania.

Claude era rimasto affascinato dal racconto del russo e dall’iridologia, ed aveva iniziato a frequentare i corsi di iridologia del dott. Jensen fino a lasciare l’esercito per intraprendere una nuova carriera. Quella dell’iridologo!

A quel tempo io ero ancora nella “braghe di mariassa” come si sul dire, cioè non ero ancora nato, sarebbero passati ancora molti anni prima che potessi andare a sbattere contro un dinosauro di quella stazza con in mano un libro di B. Jensen ormai morto da tempo.

Da allora ho continuato a studiare e a far passare acqua sotto i ponti, ma non ho mai dimenticato l’approccio scientifico che questa materia diagnostica rappresenta.

Lucio Birello, Daniele Lo Rito, Padre Emilio Ratti, Angelo Santorelli, è grazie a loro che questa materia oggi ha preso le dimensioni di una valanga, che rotola sempre più veloce.

Iridologia Carlo Gervasi

L’iridologia è in primis una materia scientifica.

Chi si approccia a questa materia studia, ha studiato e continuerà a farlo per il resto della sua vita, esattamente come un’educazione continua in iridologia.

Le mappe che uso ancora oggi in studio con i miei clienti sono le stesse che usava Jensen, che ha usato Claude, precise, chirurgiche e spesso infallibili, mappe sulle quali hanno studiato centinaia di allievi nel corso degli anni.

iridologo Carlo Gervasi

L’iridologia è così, una scienza con delle regole ben precise, e che l’iridologo deve conoscere prima di aprire bocca con i suoi clienti.

Dall’iride un bravo Iridologo può vedere:

• I processi vitali di una persona
• L’attività del sistema nervoso
• Come si comporta il sistema immunitario
• Venire a conoscenza di interventi chirurgici (se hanno lasciato traccia)
• Conoscere lo stato vitale della persona, i sovraccarichi, gli organi che lavorano bene e quelli che lavorano male
• Se ci sono tossine e dove si stanno accumulando
• Quali possono essere i disturbi ai quali il soggetto potrebbe andare incontro

Tutto il resto è un terno al Lotto.

Chi dice di vedere nell’iride il karma, le vite precedenti, le cose che ti sono capitate quando avevi 10 anni, ti sta vendendo della fuffa.

Magari ci azzecca anche, ma credimi è una percentuale troppo bassa.

E poi chiediti a cosa ti serve sapere che un altro si accorga che a 15 anni ti è successo quella tal cosa e adesso ne hai 45, in cosa ti migliora? Credi che ti capisca? Hai bisogno di essere stupito?

Se la risposta è si allora hai bisogno di una cartomante o di uno psicologo e il tuo problema sta a sud della calotta cranica.

Parliamoci chiaro, tu hai un problema di salute oggi che vuoi risolvere prima di subito, probabilmente hai già girato dappertutto e le risposte non ti soddisfano, altrimenti non ci vai dall’ iridologo, che hai lasciato come ultima spiaggia.

Quindi, o stai cercando altro, e al fondo ti dico cosa, oppure sei stanco di girare da Erode a Pilato perché nessuno ti risolve il problema, ti riempiono di farmaci, stai peggio di prima e non trovi una via di uscita, giusto?

Quindi, non fidarti di nessuno in questo settore che non abbia un approccio scientifico, sarebbe come andare a farsi fare una risonanza magnetica a un ginocchio, e il medico inizia a parlarti di quando eri un sacerdote nell’antico Egitto.

iridologo asti

Qui è la stessa cosa.

Non credere mai un iridologo che non abbia un approccio tecnico e scientifico, altrimenti è un fuffarolo.

Se ti rivolgi a un professionista della salute per risolvere un problema di salute aspettati che te lo risolva al meglio.

Se invece cerchi un chiromante per sapere cosa fare della tua vita, fammi un favore, non mettere in difficoltà il povero iridologo che deve arrampicarsi sugli specchi per quattro soldi, vai a farti fare i tarocchi dalla cartomante o vai a farti un corso di crescita personale con Roberto Re, sia mai che risolvi qualcosa.

A tutti i professionisti iridologi che si affannano a fare dell’iridologia una materia chiromantica ricordo: gente non avete tra le mani la sfera di cristallo della strega di Biancaneve, è solo un cazzo di microscopio, smettetela di andare in giro a riempire la testa dei vostri clienti con panzane assurde, irrilevanti e dannose su reincarnazione, vite precedenti, angeli, sciamani e porcherie varie.

Quella che fate è iridomanzia.

L’iridologo serio, bravo o scarpa che sia, sta roba non la fa, è sempre e comunque un tecnico e un uomo (o donna) di scienza, non di fuffascienza.

Quindi prima di cercarne uno chiediti cosa vuoi, cerca sulle pagine gialle alla lettera I, scegli quello col cognome meno buffo, componi il numero e prendi appuntamento.

Ci vediamo in studio!

Carlo

Comments (2)

  1. Test psicologici li adoro !come il linguaggio del corpo!!! Cercare sempre di capire aiutando gli altri aiuti anche te stesso. Ciò che mi piace è leggere un buon articolo che da il vero senso della vita. Stupendo!

Post a Comment

WhatsApp chat