Powered by ProofFactor - Social Proof Notifications

LE 50 SCUSE PIU’ FAMOSE PER ESSERE SICURO DI NON FARCELA

LE 50 SCUSE PIU’ FAMOSE PER ESSERE SICURO DI NON FARCELA

Ecco svelati tutti i trucchi per non avere successo (e continuare a piangersi addosso).

Quelli che non ce la fanno o che non ce l’hanno fatta ti snoccioleranno sempre una serie di pretesti “a prova di bomba”, per giustificare la loro incapacità.

Qualcuna di queste scuse sono sottili, altre parzialmente vere. Ma non si possono usare le scuse per fare soldi o risolvere problemi.

Il mondo vuole solo dei fatti: Avete successo? Siete riusciti ad averlo?

Se avete sempre seguito i consigli di chi non ce l’ha fatta evidentemente no.counseling-naturopatafacile.it

Ho commissionato a uno psicologo della Hogwarts University of Galles di stilare un elenco dei pretesti più usati dalle persone comuni per evitare di ottenere quello che vogliono.

E il dato più curioso che è emerso da questa ricerca durata due anni e interamente finanziata dalla Fondazione Carlo Gervasi Per La Liberazione Del Potenziale Umano Sprecato, è che le persone sono più interessate a quello che le preoccupa che non a quello che vogliono ottenere.

Quando ho ricevuto i dati della ricerca, non ci potevo credere, ho chiamato immediatamente al telefono il Dottor Lupis, autore della ricerca e gli ho chiesto se era uno scherzo, ma lui serio come un gatto di marmo e con il suo inconfondibile accento tedesco del Galles mi ha risposto no.

Quindi ho capito subito che era vero.

Le persone sono di solito interessate a quello che le preoccupa.

Siete così assorbiti da quello che volete evitare che vi siete dimenticati di quello che volevate dalla vita.

Ecco perché non riuscite a raggiungerlo! Perché non avete una minima idea di quello che volete, ma sapete benissimo che cosa volete evitare, e concentrate tutta la vostra vita sui “non voglio che…”

Ecco perché devi leggere anche tu la lista del Dottor Lupis. Ogni volta che dici a te stesso “non ce la faccio” è una delle scuse che trovi qui sotto che usi come alibi.

Ma bada bene, dice il Dottor Lupis, esaminati attentamente e stabilisci quante delle scuse che trovi nella lista qui sotto sei abituato ad accampare per prenderti cura delle tue preoccupazioni. Ma fai attenzione, non è come la collezione delle figurine Panini che più ne hai e meglio è, alla fine qui non completi l’almanacco delle scuse, ti renderai solo conto di quanto ti impegni per dire a te stesso “io non ce la faccio”.

1. Se non avessi moglie e famiglia…
2. Se avessi i soldi…
3. Se avessi potuto studiare…
4. Se potessi trovare un lavoro…
5. Se potessi cambiare lavoro…
6. Se avessi la salute…
7. Se solo avessi tempo…
8. Se i tempi fossero diversi…
9. Se non ci fosse la crisi…
10. Se gli altri mi capissero…
11. Se potessi rivivere la mia vita…
12. Se riuscissi a fregarmene di quello che dice la gente…
13. Se mi avessero offerto una possibilità…
14. Se non ce l’avessero tutti con me…
15. Se solo fossi più giovane…
16. Se solo potessi fare quello che voglio…
17. Se fossi nato ricco…
18. Se potessi incontrare le persone “giuste”…
19. Se avessi talento…
20. Se solo potessi impormi…
21. Se solo avessi colto le occasioni giuste…
22. Se la gente non mi desse sui nervi…
23. Se non dovessi badare ai bambini e tener pulita la casa…
24. Se potessi risparmiare un po’ di denaro…
25. Se il mio capo mi apprezzasse…
26. Se solo avessi qualcuno che mi aiutasse…
27. Se la mia famiglia mi comprendesse…
28. Se vivessi in una grande città…
29. Se solo potessi iniziare…
30. Se fossi libero…
31. Se avessi il carattere di…
32. Se non fossi così grasso/a…
33. Se solo mi venisse riconosciuto il mio valore…
34. Se solo avessi un po’ di fortuna…
35. Se potessi ripianare tutti i debiti…
36. Se non avessi fallito…
37. Se solo avessi saputo come…
38. Se non avessi avuto tutti contro…
39. Se non avessi tante preoccupazioni…
40. Se potessi sposare la persona giusta…
41. Se la gente non fosse tanto stupida…
42. Se fossi sicuro di me…
43. Se non fossi così sfigato…
44. Se non dovessi lavorare sempre così tanto…
45. Se non avessi perso i miei soldi…
46. Se solo avessi un lavoro indipendente…
47. Se avessi più clienti…
48. Se solo fatturassi di più…
49. Se non avessi il cane… (puoi usare anche la variante col gatto)
50. Se (e questo è il più grave) solo avessi il coraggio di vedermi per quello che sono scoprirei cosa c’è di sbagliato in me e lo modificherei. Allora forse, saprei trarre insegnamento dai miei errori e imparare qualcosa dall’esperienza degli altri. Sono sicuro che c’è qualcosa di sbagliato in me, perché se avessi dedicato più tempo ad analizzare i miei difetti e le mie debolezze e meno tempo a costruirmi degli alibi per far finta che non esistano, adesso mi troverei dove vorrei essere.

Cercarsi scuse per giustificare gli insuccessi è un passatempo parecchio diffuso in tutto globo, è roba vecchia come il mondo e letale come una moffetta. Fa scappare via il successo a gambe levate!

Ti sei mai chiesto perché ti tieni così strette le tue scuse preferite? La risposta è ovvia: perché difendi quello che tu stesso hai inventato!

I pretesti di un uomo sono il frutto della sua immaginazione

È naturale difendere le proprie creature.

Trovare le scuse è un atteggiamento radicato e le abitudini tanto inveterate sono difficili da estirpare, specie se offrono una giustificazione per le nostre azioni.

Platone diceva che: «La prima e maggiore vittoria è la conquista di noi stessi».

Un altro “signore” invece diceva che: «Scoprii con grande sorpresa che quasi tutti i difetti che vedevo negli altri erano solo il riflesso della mia natura».

Scegli un po’ tu quella che ti piace di più, credo di averti passato il concetto.

Ricordati che la vita è una partita a scacchi e il tuo avversario è il tempo, se esiti a fare le tue mosse sarai spazzato via.

Lui di te se ne frega.

Stai giocando contro un avversario che non ammette incertezze

Ricordati che non sei immortale e contro il tempo le scuse stanno a zero.

Il prezzo da pagare a questo giro è l’insuccesso, se non il fallimento.

Vale la pena sforzarsi e fare il primo passo no?

Alla prossima.

Carlo Gervasi

PS: Se sei un professionista della scusa e vuoi aggiungerne altre che io non conosco fai pure!

Cosa puoi fare adesso?

Iscriviti alla Presentazione gratuita del corso Counseling Facile che si terrà a Villanova D’Asti Domenica 15 Gennaio 2017.
I lavori inizieranno alle 9,30 e termineranno alle ore 12,30 circa.
I posti sono limitati a 50, quindi se vuoi essere sicura di esserci, chiama subito per prenotare il tuo posto allo 0141 946747 o al mobile 338 1403691.
Avrò 3 ore di tempo per convincerti che tutti i contenuti del corso sono frutto della mia esperienza decennale come Naturopata nel campo del counseling relazionale e che Counseling Facile è il corso più efficace a cui potrai partecipare per crescere non solo nelle tue relazioni con i clienti, ma anche con le persone che ami e con i tuoi figli.
Per convincerti ulteriormente a venire a questa presentazione gratuita ti anticipo che imparerai la prima delle quattro tecniche di 4 Element Counseling che potrai già utilizzare da lunedì mattina nel tuo lavoro, su te stessa e sui tuoi clienti.
Sono sicuro che in 3 ore apprenderai la tecnica, la proverai con i tuoi compagni e sarai capace di applicarla da sola.
Ma non basta. Iscrivendoti alla presentazione tramite il modulo che trovi qui sotto riceverai un codice sconto del 20% sul costo di iscrizione al corso che potrai utilizzare fino al 17 gennaio 2017.
Compila i campi qui sotto per iscriverti alla presentazione gratuita e scaricare lo sconto del 20%

 

Comments (0)

Post a Comment

WhatsApp chat