Powered by ProofFactor - Social Proof Notifications

SCOPRI COME TRASFORMARE GLI INCUBI IN SOGNI RIVELATORI GRAZIE AL POTERE DELL’ ALCHIMIA

SCOPRI COME TRASFORMARE GLI INCUBI IN SOGNI RIVELATORI GRAZIE AL POTERE DELL’ ALCHIMIA

naturopatia alchimiaECCO COME LE ANTICHE CONOSCENZE CINQUECENTESCHE CI AIUTANO A CAMBIARE IL CONTENUTO DI UN SOGNO

Qualche giorno fa viene nel mio studio una giovane donna che ha intrapreso da alcuni mesi il “lavoro sui sogni” per raccontarmi un sogno che la spaventa da alcuni anni.

A quanto pare il sogno deve averla molto turbata, perchè mentre me lo racconta ha l’aria preoccupata.
So che è un sogno ricorrente dice, perchè l’ho già fatto altre volte, ma questa volta è successo qualcosa di diverso…

E inizia a raccontare.

Faccio da qualche anno questo sogno: “Mio marito viene aggredito da 3 killer. Prima viene ferito alla gola e poi ucciso mentre io non posso farci niente, subisco la situazione e basta. E’ un bruttissimo sogno.”

L’altra notte l’ho fatto di nuovo. Questa volta i killer non erano uomini, ma 3 donne che arrivavano alla nostra casa di campagna per “fare il lavoro”.

Nella prima parte del sogno mio marito viene ferito alla gola come le altre volte, ma poi penso che può bastare così, abbiamo 3 figli piccoli e decido di andare a negoziare con le 3 killer che risparmino la vita di mio marito.

Inaspettatamente le 3 donne accettano di lasciare a metà il lavoro e se ne vanno via dicendo che però ritorneranno. So che non è finita.

La donna si risveglia spaventata e turbata. Mi racconta questo sogno con preoccupazione per la vita del marito.

Ad un primo rapido ascolto come darle torto!

Chiunque senza una preparazione nel lavoro sui sogni sarebbe spaventato.

Sia per averlo fatto, che magari solo per doverlo ascoltare senza sapere come consolare il povero sognatore.

Sicuramente la morte di una persona cara vista in sogno diverse volte nel corso degli anni può provocare una certa apprensione, difficile da interpretare, di sicuro fa molta paura.

In questi casi la parola d’ordine è: “calma”.

La prima cosa da fare è non farsi prendere dal panico, e rendersi conto che in ogni caso il nostro Io del sogno sta cercando di comunicarci qualcosa. Anche immaginando la morte di una persona cara.

Quindi cerchiamo gli indizi e andiamo avanti.

La seconda cosa importante da fare è riconoscere la persona- ombra che popola il nostro sogno.

Capire che l’incubo ricorrente che si fa si trasforma con il passare del tempo è già una buona cosa.

Le parti ombra cercano sempre di comunicarci qualcosa, ma a causa della paura che ci fanno e della nostra vulnerabilità e impotenza nei sogni, la tendenza è scappare risvegliandosi.

Nell’alchimia questa prima fase di trasformazione viene chiamata Nigredo, o Opera al Nero. Questa prima fase non deve trarre in inganno il sognatore. E’ una fase di confronto, di tentativo di contatto: non si deve avere paura, siamo noi che cerchiamo di comunicare con noi stessi.

Gli alchimisti erano ricercatori avanzati nel campo della chimica e della trasmutazione, ovvero della “trasformazione” dei metalli mediante il loro motto “solve et coagula” che potrebbe essere tradotto con sciogli e rimetti assieme, ovvero ricombina gli elementi che hai isolato per studiarne le reazioni.

In questa fase dei sogni vale lo stesso principio.

L’opera al nero è infatti la prima fase della trasformazione, cioè quando nei sogni ci accorgiamo che le nostre parti ombra cominciano ad essere ostili con noi.

Veniamo aggrediti, uccidiamo qualcuno, siamo ricercati dalla polizia, cerchiamo di scappare ma non riusciamo a trovare l’uscita e così via.

Iniziamo ad essere coscienti delle nostre parti ombra, anche se non possiamo farci nulla, subiamo la loro forza perché per noi sono avversari troppo forti da affrontare.

Possiamo rimanere intrappolati in questo sogno per anni.

Molte persone hanno paure immaginarie e sognano spesso animali che li terrorizzano, come il serpente o il ragno, oppure sognano l’esame di maturità ogni volta che nella vita devono affrontare delle prove.

La nostra sognatrice è proprio in questa fase all’inizio del suo sogno, infatti dice:

… non posso farci niente, subisco la situazione e basta. E’ un bruttissimo sogno.

Da qui in poi ha inizio la seconda fase, che è quella di affrontare l’ombra.

La seconda fase alchemica di trasformazione è chiamata Rubedo, o Opera al Rosso, è il momento in cui il sognatore inizia la sua battaglia contro le ombre del sogno dopo essersi reso conto della loro esistenza.

La nostra sognatrice decide di affrontare le sue parti ombra, le 3 killer che arrivano per uccidere nuovamente il marito. Questa volta lei non subisce la situazione come le volte precedenti, ma innesca un atteggiamento nuovo e creativo, riconosce le sue paure e chiede di negoziare.

Accade qui qualcosa di stupefacente. La sognatrice trova il coraggio di affrontare ciò che da anni le fa paura e va verso di essa per negoziare la vita del marito. Evidentemente il pensiero per i figli piccoli innesca in lei una nuova fase.

Un po’ come il viaggio agli inferi di Enea, che prova paura quando viene accerchiato dalle ombre, ma quando si accorge che non sono ostili e vince la sua paura, viene accolto come un ospite atteso.

alchimia naturopatia

Infatti la sognatrice trasforma come un alchimista gli ingredienti, li scioglie e li ricompone a suo piacimento ottenendo un risultato diverso. Trasmuta la sua paura in coraggio.

Il piombo in oro.

Qui ha inizio la terza fase: l’integrazione dell’ombra
Detta Opera al Bianco o Albedo è la fase in cui si integra in noi la parte ombra che è stata prima riconosciuta e poi fronteggiata.

Ci si rende conto che quello che spaventa nei sogni non è altro che la nostra paura inconscia che prende forma.

E’ di fondamentale importanza in questa fase prendere coscienza che, uscire dall’ombra permette di vedere l’incubo come un prezioso alleato e non come un nemico ostile.

La nostra sognatrice infatti prende a prestito la figura del marito e la paura della morte di lui per trasformare passo dopo passo questa energia ostile in forza per sé stessa.

Si vede chiaramente in questo sogno che le immagini non sono solo un prodotto della mente prive di senso, ma mostrano chiaramente le sue paure inconsce.

In questo caso il sogno anticipa la realtà della sognatrice e si mostra con gli schemi ripetitivi che giorno dopo giorno vengono messi in scena da sè stessa a sua insaputa.

E’ proprio smascherando questi schemi e integrando coraggiosamente le parti ombra che ci liberiamo dalle paure ignote e sconosciute e spesso inaccessibili.

E tu, sai come sconfiggere le tue paure e affrontarle liberamente?

Se vuoi sapere come fare e sei affascinato dal mondo dei sogni, allora Sognare Facile è il corso che fa per te.

Ti insegnerò in 2 giorni di corso come lavorare con i sogni, come riconoscere le parti ombra, e come stimolare i sogni usando Arcadia.

Trovi tutte le info cliccando qui.

Ci vediamo al corso!

Carlo

PS: dimenticavo, Arcadia la ricevi gratis direttamente al corso!

arcadia gervasi

Comments (0)

Post a Comment

WhatsApp chat